Questo contenuto è stato tradotto automaticamente.
La città di Baden avvia la revisione della pianificazione territoriale

La città di Baden avvia la revisione della pianificazione territoriale

Baden AG,

Entro il 2025 la città di Baden sta rivedendo la propria pianificazione territoriale e le normative edilizie e sull'uso del suolo in un processo in più fasi. La popolazione è coinvolta. Il primo evento informativo avrà luogo il 29 maggio.

Con l’evento di apertura di sabato 29 maggio, inizia la partecipazione della popolazione di Baden alla revisione della pianificazione territoriale della città di Baden. Secondo un comunicato stampa, questa revisione dovrebbe avvenire in più fasi e portare a un risultato entro il 2025, che sarà poi sottoposto all’approvazione del Consiglio dei residenti e del Consiglio di governo.

Dopo 25 anni in cui sono state effettuate varie revisioni parziali, è tempo di intraprendere una revisione complessiva, si legge nel messaggio. Si tratta dello sviluppo strutturale in vista della crescita attesa e degli effetti su insediamenti, traffico e spazi aperti. La linea guida per la revisione complessiva è il concetto di sviluppo spaziale 2040 della città di Baden. Il piano strutturale del cantone di Argovia prevede una crescita della popolazione di oltre il 34% o 6330 persone per la città di Baden dal 2013 al 2040. Allo stesso tempo, Baden figura sulla mappa del piano strutturale come punto focale dello sviluppo economico di importanza cantonale.

Il pubblico dovrebbe essere attivamente coinvolto nella revisione della pianificazione dell’uso del suolo, secondo l’annuncio. Eventi informativi, dialoghi, passeggiate e seminari si svolgono regolarmente all’insegna del motto “volontà di Baden”. Tutte le informazioni sulla partecipazione sono disponibili sul sito web wiewird.baden.ch , attivato mercoledì.

La revisione della pianificazione dell’uso del suolo è attualmente nella prima fase, che questa primavera determinerà il processo e le basi. Nella seconda, di buon biennio, viene redatta la bozza del nuovo piano regolatore. Nella terza fase dal 2023 avverrà la partecipazione formale e l’edizione pubblica, con possibilità di presentare candidature e contestazioni. La terza fase sarà completata dal consiglio comunale che approva la revisione della pianificazione territoriale, è spiegato nel comunicato stampa. Nella fase quattro, il consiglio dei residenti e il consiglio governativo approvano il piano di uso del suolo rivisto.