Questo contenuto è stato tradotto automaticamente.
I confini scompaiono nella Limmatstadt

I confini scompaiono nella Limmatstadt

Limmatstadt,

Jasmina Ritz, amministratore delegato di Limmatstadt AG, spiega nella rivista per i clienti EKZ "blue" la trasformazione dell'ex sito industriale lungo la Limmat in una città vivibile. Nella città emergente sulla Limmat, i confini tra le comunità stanno scomparendo sempre più.

La rivista per i clienti ” blu ” delle opere elettriche del Canton Zurigo ( EKZ ) dedica la sua storia di copertina allo sviluppo della città sulla Limmat. In una conversazione a Schlieren e nei centri di sviluppo urbano lungo la Limmattalbahn, l’amministratore delegato della società di promozione della posizione Limmatstadt AG , Jasmina Ritz, spiega l’idea alla base del progetto. “Una città sta emergendo” è il titolo dell’ultima edizione di “blu” con una foto di Jasmina Ritz sul tetto del Bio-Technopark di Schlieren. “Qui siamo all’epicentro dello sviluppo urbano della Limmatstadt”, si cita Ritz. E: “Da quassù non si vedono più confini”.

Con questa frase e nella lunga conversazione con l’autore Luc Descombes, il responsabile della Limmatstadt AG chiarisce che i vantaggi ei punti di forza delle singole comunità dovrebbero essere riuniti nella visione comune della Limmatstadt. “Ecco perché un’immagine di sé comune è così centrale”, ha detto Ritz. Secondo il testo “blu”, almeno 200.000 persone vivono nel bacino idrografico della cosiddetta Limmatstadt. Secondo Jasmina Ritz, questo merita “un forte aspetto comune e un potente marketing della posizione”.

Nella storia principale pubblicata con il secondo titolo “Vision Limmatstadt”, gli esempi dei comuni di Schlieren e Dietikon mostrano l’emergere di una “città vivibile” oltre il confine cantonale nell’Aargauische Spreitenbach. Viene sottolineata l’importanza della Limmattalbahn, attualmente in costruzione, per la fusione regionale. Jasmina Ritz afferma: “Ovunque vada un tram, si crea uno spazio urbano. La Limmattalbahn è fondamentale per lo sviluppo positivo della regione”.

L’impegno dell’EKZ in questo ambito è esplicitato in “blu” con i progetti dell’azienda. La centrale idroelettrica Dietikon EKZ fornisce 4.500 famiglie, la sottostazione di Oberengstringen fornisce altri 80 megawatt dal 2020 e dal 2020 l’EKZ ha posato decine di chilometri di nuove linee e condutture per la ferrovia della Limmat Valley per rafforzare la futura rete elettrica nel Città di Limmat. “Blue” esce due volte l’anno con una tiratura di 300.000 copie in tutto il cantone. La rivista va in ogni famiglia.